giovedì 15 ottobre 2009

LE MIETITREBBIE DELLA DISCORDIA


Cari lettori, il 6 ottobre sul blog http://www.crescentino.com/, il primo nato, ma forse il meno noto tra i 5 siti che animano da mesi la vita on line di Crescentino è stata pubblicata una lettera aperta di tale Narcy, argomento, i nuovi mostri: le mietitrebbie, naturalmente non posso riportare la lettera parola per parola essendoci problemi di copyright, ma riassumendo e invitandovi a leggere su quel sito la versione integrale, questa persona che abita nella dolce frazione di San Silvestro, lamenta danni e fastidi per il passaggio continuo nel cuore della frazione di alcune mietitrebbie, il nostro comune ha emesso un divieto temporaneo di parcheggio in modo che i giganteschi mezzi possano passare senza far danni alle vetture che fino all'anno scorso potevano parcheggiare, e che dovevano essere spostate per permettere il passaggio di questi mezzi agricoli. Questo divieto a Narcy non piace.

Tantè pero' che Narcy denuncia danni alle murature esterne della sua casa, un buco nella strada, segni molto pesanti nella via , fatti dai cingoli della trebbia, una accusa non velata poi è rivolta al vicesindaco Allegranza a cui si dice di essere e cito testualmente Narcy: UN VICESINDACO DI CRESCENTINO CHE FA I FAVORITISMI AGLI AGRICOLTORI, la lettera si sofferma poi su un conflitto di competenze tra comune, provincia e SII, azienda acque potabili, per il rifacimento dei tubi , delle strade danneggiate, insomma una specie di grido di dolore con sottofondo urlo e strepito dei motori delle trebbie.

Che dire, un lettore oggi mi chiedeva un parere, mi viene in mente quel motto inglese con acronimo NIMBY, not in my backyard, cioè fatelo ovunque non vicino a casa mia.

Vivere in una frazione comporta a volte anche il sopportare le trebbiatrici, come vivere in centro a Crescentino comporta a volte sentir schiamazzi e parcheggi selvaggi, da almeno 50 anni e piu' esistono le trebbie, che pero' debbono circolare seguendo certe regole, se i cingoli rompono i cingoli pagano e i proprietari dei cingoli debbono cercar il modo di non rompere, non so se mi spiego.

Nulla si puo' fare per il rumore, è il bello e il brutto del vivere in campagna, è come protestare per il fumo che viene dalle risaie in autunno inoltrato o cose simili.

Pero' certamente gli amministratori comunali, che penso essere attenti, possono andare in quel di San Silvestro a dare una controllatina, vedere in che stato è la strada e accertarsi se qualche trebbia sia piu' mostruosamente distruttive di un'altra. E poi....magari un po' di tolleranza da parte dei cittadini con orecchie troppo fini...non guasta

Mauro Novo
mauroatlarge.blogspot.com

24 commenti:

  1. Sempre sulla notizia sig. Blogger.
    Parla di cingoli e mi mostra una bella mietitrebbia gommata?
    Non so se Narcy sia una vecchio/a abitante della frazione o se sia di recente insediamento, qualche problema vero lo tira in ballo, tipo i danni che i mezzi agricoli fanno alla viabilità, ma le strade asfaltate nelle frazioni sono un optional, dal momento che una volta ci abitavano solo contadini ed erano tutti nella stessa barca. Adesso ci sono i "cittadini", hanno le orecchie delicate, amano il silenzio ed il cinguettio degli uccelli cercano di abbassarlo con il telecomando.
    Naturalmente potremmo spostare le case degli agricoltori in mezzo ai campi, le trebbie sostituirle con degli Ipod con cuffia e lastricare le stradine con pannelli di gomma, ma io credo che sia più funzionale e meno costoso fornire i delicati d'udito ed i pigri che non vogliono parcheggiare l'auto qualche metro più in la, di tappini di cera e di un paio di scarpette ginniche, almeno per il breve periodo della mietitura. Dopotutto ci sono andati loro ad abitare da quelle parti.
    Mietitrebbia Libre.
    Cordiali saluti
    Saint-Just

    RispondiElimina
  2. difatti saint just la foto offre e mostra una mietitrebbia di ultima generazione, un pochino silenziosa.....

    RispondiElimina
  3. mmmmmmmmm
    sono due settimane che sta storia va avanti sulla periferia.......

    RispondiElimina
  4. Ragazzi... ricominciamo a criticare le notizie dei giornali locali? Si tratta di un argomento serissimo, non come quelle bazzeccole della chiusura di fabbriche o del Biocarburante.
    Saluti
    Saint-Just

    RispondiElimina
  5. Nota di servizio
    Un commento inserito sul Blog citato non è ancora apparso dopo 12 ore.
    Significa che;
    1 Non è seguito
    2 Usa un filtro commenti troppo selettivo....
    3 Mettono i commenti che vogliono loro
    Poichè è uscita la scritta che il messaggio è stato recepito, la mia procedura era corretta.
    Qualcuno ne sa qualcosa?
    Saluti
    S.J

    RispondiElimina
  6. NOn è facile decidere da che parte stare.. dovrei provare il fastidio di cui parla la signora Narcy... mmmm

    Cristian

    RispondiElimina
  7. ma la signora si è accorta delle trebbie solo dopo che hanno messo il divieto di sosta?

    RispondiElimina
  8. ho letto su crescentino.com...dice che il vicesindaco favorisce i contadini a scapito dei cittadini.

    ma i contadini cosa sono? alieni?
    Propongo che la signora sostenga le spese per il trasferimento di tutte le case ed i campi nei pressi di S.Silvestro in una zona che le dia meno fatidio.

    In alternativa possiamo spostare san silvestro....magari la mettiamo in piazza Caretto..ma non so se ci sta tutta-

    RispondiElimina
  9. questa narcy cambia nome ad ogni dichiarazione...sulla sesia ne aveva uno, sulla periferia un altro, sul blog un altr ancora.

    non potrebbe semplicemente firmarsi con il suo nome?

    RispondiElimina
  10. Ma andate a stare in corso Unione Sovietica!
    giggetto

    RispondiElimina
  11. Anni fa a san grisante alcune macchine furono danneggiate dal passaggio di una trebbia molto grande. Enormi furono le lamentele oltre che i danni materiali.
    Se adesso si mette il divieto di sosta non sarà mica per favorire il passaggio dei mezzi (un mese all'anno?) ed evitare danni a chi parcheggia lungo l'asse?
    E poi chi vive in frazione in mezzo a cascine e campi l'avrà messo in conto quando ha preso una casa bella grande con cortile interno, orto, pagata meno che in centro abitato che qualcosa in cambio avrebbe dovuto sopportare?

    RispondiElimina
  12. Ben detto Agricoltore.
    Mietitrebbie avanti tutta!
    Saint-Just

    RispondiElimina
  13. Intervengo un momento in questo ameno dibattito di trebbie, per rispondere al lettore che dice: lA storia va avanti da due settimane sui giornali locali e quindi è cotta, si caro, ma il mio lettore cristian ha segnalato una lettera aperta su un blog non molto famosa che era rimasta senza commenti, ecco che ho pensato bene di ravvivare la lettera, poi il birichino saint just ha provato ad inviare un commento e non è stato pubblicato, quindi il mistero si complica....poi qualcuno ha detto che tutte le signore o i signori che han protestato a san silvestro sarebbero in realtà la stessa persona di cui parlano i giornali locali e la stessa della lettera, insomma, un bel mistero che dovremo scoprire, anzi vediamo un po' se riusciamo a smuovere un po' le acque......

    RispondiElimina
  14. Io dico che la mietitrebbia è il simbolo scellerato delle condizioni nelle quali era sottoposta la mondina in quanto donna.

    Il mostro a cingoli denigra e sottopone alle donne la sua prepotenza maschile.
    La mietitrebbia non è altro che la trasformazione della forza maschile che prevalica sulla donna.
    Lo sanno bene quei rozzi contadini che arrivavano alla sera stanchi e davano botte alle moglie perchè non avevano fatto in tempo a preparare la cene mentre loro "poveretti"n avevano le chiappe sui mostri a cingoli.

    Se avessi sposato io dei uomini del genere li avrei fatti volare fuori dalla finestra insieme alle trebbie della discordia.

    Pina la femminista

    RispondiElimina
  15. Solo per gettare legna sul fuoco, se una trebbia ha danneggiato delle auto parcheggiate, il divieto mi sembra legittimo e precauzionale.
    L'Avvocato ha proposto degli orari meno invasivi, ed anche i vigili non li vedo così cattivi, avranno avuto buoni motivi per dare, come ho letto, le multe.
    Da qualche parte questi mezzi dovranno pure passare. Le trebbie volanti finora le ho viste solo nel film "Dune". (il blogger l'avrà visto?)
    Non riesco a vedere la/e persona/e della foto sul giornale armeggiare con pc e Blog.... voi cosa pensate? Quello che penso anch'io?
    Saluti
    S.J.

    RispondiElimina
  16. Santorre di Santarosa17 ottobre, 2009 09:23

    PINAAA cambia pusher....dammi retta.......

    RispondiElimina
  17. ahahh forte la pina però...

    A riguardo penso che 1 mese all'anno si possa anche chiudere un occhio, visto che cmq il ns territorio è prettamente agricolo e purtroppo questi "mostri a cingoli" da qualche parte dovranno pur passare... però..però...se penso a quei poveretti di bologna che hanno dovuto lasciare le loro case perchè la costruzione della stazione sotterranea ha creato crepe larghe come lo stretto di messina...beh..allora dico parliamone.. se c'è un rischio per le case..magari proviamo a ragionarci su, e come dice il blogger, che magari il comune verifichi che effettivamente questi mostri possano esserne la causa

    RispondiElimina
  18. l'ho visto saint just purtroppo.....
    m.n.

    RispondiElimina
  19. ho elaborato una teoria che vi illustro

    - le trebbie passano a s.silvestro da 30 anni e più

    - da quest'anno si formano le crepe nelle case

    - da quest'anno c'è anche il divieto di sosta

    quindi è evidente che le crepe non si formino causa il passaggio delle trebbie bensì per i cartelli di divieto di sosta messi.

    RispondiElimina
  20. Buon Cristian, non sia così moderato, se il problema è grande, ci vuole un rimedio grande.... io direi... allora via le case.

    Beata gioventù, le macchine agricole sono sempre stae usate nelle frazioni, altro che 30 anni... c'erano le trebbiatrici a nastro, trattori antidiluviano che inquinavano più della centrale di Chivasso, e c'erano anche le case, le stesse e nello stesso posto.
    Quello che non piace giustamente il divieto di sosta, forse preferiscono lasciare le macchine fuori per incassare i soldi dell'assicurazione quando le trebbie passando le demoliscono.
    Saluti
    S.J.

    PS
    Purtroppo.. nel senso che non le è piaciuto blogger? Però le Mietitrebbie volanti sarebbero indicate per le nostre frazioni, che ne pensa Blogger?

    RispondiElimina
  21. non mi è piaciuto, la fantascienza per piacermi deve avere delle caratteristiche, come star trek o spazio 1999, dune proprio no....
    m.n.

    RispondiElimina
  22. pina la femminista
    A che cosa dobbiamo queste frustrazioni? .....

    RispondiElimina
  23. Cara Pina, purtroppo il film "Dune" non fa per lei, è pieno di gente strana, pallida, molliccia. Molto più adatto, anche se un pò datato, Sansone contro Maciste.
    Cordiali saluti.
    Saint-Just

    RispondiElimina